Entità base felina Entità base felina PrecariaMente | PrecariaMente | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

  PrecariaMente Precari si nasce.E io lo nacqui.
 
Storie : prove tecniche
 


Ho sempre detestato questa parola.Precario.Precario non è un lavoro, ma un aggettivo.Quando mi chiedono:"e tu che lavoro fai?", mica rispondo:"sò precario!".Specifico compitamente:"Insegnante.Precaria". Precario,spia di una condizione pressochè perenne di incertezza.Perchè quando il lavoro è T.D.,tutta la tua vita è a tempo determinato. Inizia.Finisce.Punto.Precario è un modo di vivere, un modo di agire ed operare in equilibrio instabile.Se non si hanno tempra forte,spirito di adattamento,corazza e sensi di ragno, il precariato non fa per voi.Sempre pronti a mettersi in gioco,sempre pronti a dimostrare che si è professionisti.Che essere precario non significa essere senza qualità.Ma che fatica.


9 marzo 2009

Letargo dell' anima

 
Nessuno
dice che sia facile   semplice   lineare.
Nessuno ti insegna come fare.
Eppure è innato l'istinto di sopravvivenza.
Quel meccanismo di difesa che ti permette di.

       Combattere.
                Per.
            Sopravvivere
                        Reagire

Stare in piedi e incollare un passo dopo l'altro.
Camminare da fachiro improvvisato tra i chiodi sparpagliati lungo la via.

                                                                    Senza.
                                     Pungerti.
                  Forare una gomma .
                           Cambiarla in fretta.
                                           Per non restare a piedi.
                             Per non uscire di strada. 

                                                         Eppure lo vorresti.

Quel quid che ti consentisse di fermarti un attimo.

Per risvegliare le emozioni.
Per sentire scorrere l'adrenalina nel sangue .         
Per  sentirti vivere.
Per uscire dal letargo dell'anima.

Fatto di :
semprelestessecoseaffannate
Semprelestesseparolestentate
le stesseazionidettatedallaroutinechedalsentire .


E sperare di trovare un qualcosa di prezioso sotto la sabbia.
Foss' anche un tappo sbiadito e arrugginito di birra.
Ma falsamente dorato.
Come tutto quello che ci propinano e che poi diventa piombo e latta.




Duran Duran : What happened tomorrow







1 gennaio 2009

Ospite inattesa

VI.
Messaggio ricevuto.
Forte e chiaro.
Unità inscindibili.
Senza margini di manovra.
Non TI.
VI.
E intanto al cenone di fine anno,
l 'ospite inattesa
è arrivata.
Senza preavviso e più forte che mai.
A dorso di un anno che se ne va ed uno che arriva.
Giusto per non perdersi nulla.
La signora colite.
Le premesse sono delle migliori.
E' cominciato.
N'at ann 'e merd.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la sintesi è tutto nella vita

permalink | inviato da Mokella il 1/1/2009 alle 15:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 novembre 2008

Niente

Mi rileggo. Ascolto ripetutamente Niente e mi astraggo. Le dita ghiacciate pigiano gli incolpevoli tasti componendo parole slegate e sconnesse,  sentieri impervi percorribili solo a dorso di mulo.Mulattiere .Piene di ghiaia e sassi.Ogni tanto qualcuno rotola giù per il sentiero e  segui la sua lenta ma inesorabile corsa verso il dirupo.Il salto ma nessun tonfo.Chissà se è atterrato.Mettiamo questo dubbio assieme ad altri.
Niente.Storia di un amore finito per niente.Per sciocchezze che nascondevano problemi più profondi .Ma ci si attacca a un niente per non ammettere il fallimento. Per non ammettere di aver buttato un pezzo di vita via.Ma quello che siamo è soprattutto fatto di tanti niente.
Non l'ho perso.Ho perso te.L'amore non finisce.NON voglio dire niente che, niente che sia sai l'amore è ridicolo amore quello che ti pare o pare a me l'amore rosso come il mare .Ma il mare è blu.
Il finale è la prova lampante dell'incomunicabilità e di poco spazio alla fantasia.Quando tutto finisce restano solo cocci da raccattare e a volte mancano pure scopa e paletta per raccoglierli.


Sergio Cammariere : Niente


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tutto è niente

permalink | inviato da mokella il 15/11/2008 alle 21:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 ottobre 2008

Dove

Hai qualcun altro?
No .
Non ci credo.
Mi tradisci?
No
col pensiero?
No
perché sei cambiata?
mica lo sono.
Non sei tu
risata.
Sono io.Non mi conosci più.
E neanche io mi conosco più.Sono lontana da me stessa e dalla mia mente
In altri dove.Per quanti dove dovrò aggirarmi prima di approdare a quello giusto?Se lo è ancora.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. posti

permalink | inviato da mokella il 21/10/2008 alle 21:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 settembre 2008

Aspetta un attimo....

Potere evocativo della musica.Nei momenti culminanti della vita però, nessun dj mette su un disco a sottolinearne - a seconda della circostanza- il romanticismo, la drammaticità, l'ansia.
Ce le suoniamo e ce le cantiamo, ma tutto nei ristretti ambiti della nostra mente.
Però....basta una nota particolare,una canzone che si riaffaccia a tradimento e il cuore si spacca come melograno .
Let's wait a while...
Aspetta un attimo...
La fantasia galoppa.
Cosparge di brividi la tua pelle.
Appanna gli occhi e divaga la mente.
E tanti fotogrammi,diapositive mentali di ricordi assopiti si affacciano riesumati e malinconici.
Lo struggimento sorpassa la malinconia  e...

                Ti sembra di sentire un alito caldo sul collo.
                       Ricordi.
Uno sguardo che ti trafigge.
                   Un sorriso che ti riscalda.
      La mente brucia.
       
            Arde più di un fuoco.
                  Il cuore fa splash.
              
Ti sembra di esserci seduta accanto.
Illusoriamente vicina vicina.
                   Alla tua idea di felicità.






Janet Jackson . Let's wait a while.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. autunno cadono le foglie

permalink | inviato da mokella il 23/9/2008 alle 1:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 settembre 2008

Back home

Sola.Ricucire la propria anima non è semplice.Capire davvero  dove inizi la realtà e terminino le illusioni. Un paravento di vita "normale" l'ha sempre isolata da quella vita vera, vissuta che desiderava senza mai trovarla.Sola .Si avvia.Va.Una nuova clone di se stessa senza zavorre .Senza macigni.Il vento gioca con i capelli.Si rintana in un cappotto troppo grande per la sua figura esile.Il paesaggio autunnale è tempestoso. Il cielo è cupo. Rombi di tuoni lontani fanno da contrappunto al rombo del suo cuore,che carambola impazzito nell'attesa di. Nella speranza di.

Non ha bisogno di girarsi.
Le parole possono aspettare.
Sa che è lui è lì.
Dietro di lei
Si avvicina.
Le poggia le mani sulle spalle.
Con un brivido chiude gli occhi .
I sospiri sommessi si fondono.
Si appoggia 
al suo petto.
Back home: bentornata a casa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. storie:perdersi e ritrovarsi

permalink | inviato da mokella il 22/9/2008 alle 1:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 settembre 2008

Macigni

Spesso mi accompagni. Sei qui con me. Nei pensieri, nelle divagazioni riflessive di questa forzata inattività.
Ne fai parte ormai.Con la  familiare capriola nello stomaco.E lo sguardo che automaticamente si astrae dal contesto.E tutto il sequel di se, ma , forse, perchè  e craniate virtuali nel muro dei dubbi.
 Martellanti e massacranti.
Non convivo bene con questa sensazione: la vorrei rimuovere come polvere.
Cancellare con un colpo ben assestato di aspiratutto. Brandelli di mente e pensieri stracciati si mescolano creando poltiglie immangiabili .Da gettare nella pattumiera dei ricordi molesti.
Chissà se ci pensi mai a me.
Un attimo.
Un lampo.Di quelli che si affacciano tra le nubi di questa fine estate. Imprevedibilmente calda. E soleggiata. E afosa . Qualcosa nelle previsioni non ha funzionato.E anche nelle mie personali previsioni il meteo ha fallito.
Perché l' imprevisto è arrivato. Un anticiclone anomalo.E qualcosa è avvenuto.
Non so che cosa.
Non so perché.
Ma vorrei sapere se quel peso che avevi sul cuore ero io.


12 settembre 2008

Treni

Quando mi piglia,mi piglia.Quel tuffo al cuore ogni volta che sento un nome.Quel nome.Che mi riporta lì. Perché non è semplice digerire tutti i giorni la minestrina riscaldata, recitare copioni con pagine strappate e incollate centinaia di volte.Sarebbe facile far finta che:
Tutto va bene.
La famiglia felice mattel.
Binari sicuri su cui sferraglia un treno scalcinato.
Non voglio più far finta che.
Ma.
Il nuovo treno è passato. Sono rimasta a terra.E poi chissà se era quello giusto.Forse era solo ammantato di novità e adrenalina.
Per quanto tempo ancora dovrò rimuginare ? E pentirmene? E chiedermi se
,se ,se ,se.
Ho
provato ad arrivare ad altre stazioni, ma le porte erano sempre chiuse.Sono chiuse.
Non c'è vita su Marte.Ma sto là.Io sono là.Qui c'è solo il mio falso alter ego.
Chissà se tutto ciò a cui sto pensando,ripensando e masticando sia aderente davvero alla realtà. Magari sto girando un film solo mio, con attori inconsapevoli e per copione le mie illazioni.
Ho l'impressione di aver ammazzato qualcosa senza consapevolezza .Ma se fosse solo un'impressione?E poi .Perché impressione?Certe cose si avvertono.E i dubbi mi assillano come un disco rotto.
Sono intollerante al lattosio : non piango sul latte versato.Magari sul caffè.Amaro.
Ora è tardi.
Starò ben attenta a non prendere (o perdere?) altri treni.Viaggerò in auto tranquilla .Almeno saprò di poter contare su di me e basta per arrivare a destinazione.Sola.
Ma quelle parole morte in gola bruciano ancora.E con loro, una minima speranza di poter ancora amare.




Alex Baroni: Onde


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scleramenti di fine estate

permalink | inviato da mokella il 12/9/2008 alle 16:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 agosto 2008

Operazioni

Sommando stati d’animo, emozioni, sguardi

      Sottraendo troppi attimi distruttivi

           Moltiplicandoli per mesi di forzata inattività

                   Dividendo la testa dal cuore

                             Risultando il nulla totale


Mi chiedo:
la matematica è un’opinione visto che regola ,

                 a dispetto di tutte le anarchie,

                                       la nostra vita?

E se il risultato fosse errato?

Non ci sono calcolatrici che verificano le operazioni

che fanno il cuore e la mente.

Non siamo scienziati.

Siamo esseri umani .E sbagliamo .In ogni caso.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. storie

permalink | inviato da mokella il 27/8/2008 alle 13:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 giugno 2008

Replay

Parole scorrono nella mente.
Sono tante, montate velocivelociveloci
               per essere usufruibili subitosubitosubito  
                          con un'urgenza sconosciuta.
              E scorrono sempre le stessestessestesse. Ossessivamente.

Ma basta una parola casuale da una persona qualunque
.
Un piccolo insignificante evento.
E improvvisamente comprendi l'incomprensibile.
 
E ti chiedi che stai facendo.
                  
                     La tua vita è un'altra .
                                      
 
                                               Il velo cade.
                                                        E ti senti libera ,serena,in pace.
Le parole scivolano viaviavia ,lontanelontanelontane .

E resta solo un piccolo replay.

 Da vivere.
            Forse.

                   Ogni tanto.
                             Giusto per ricordarti 
                                                  che basta poco per
                                          imboccare strade  sbagliate.

Meno male che esistono i navigatori satellitari!!!!
                                   


Samuele Bersani : Replay


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. storie

permalink | inviato da mokella il 22/6/2008 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (32) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio       
 

 rubriche

Diario
Perle di saggezza
GattariaMente....
Notizie ... precarie
I miei "scritti"...
ArtisticaMente
Napoli:sepolta viva
Pensieri ed Illusioni
Political-Mente
Storie : prove tecniche

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Specchio
Bippina
Gians
Arciprete
Nicbellavita
Sognindotti
Metro
sonogrimilde
No alla discarica di Chiaiano
Daniele Verzetti rockpoeta
Cleide ritmididentro
Zona liberata
Dilwica
Rip
Efesto
Stefano Rissetto
Sveglia Italia
Fiore di campo
Heavenonearth
Impollinaire
Lu-400colpi
Makìa
Maralai
Ombra
PaoloBorrello
precarisalerno
Precariscuola
Scuola violenta
Spada
Voglioscendere
Vulcanochimico

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom