Blog: http://PrecariaMente.ilcannocchiale.it

delete

Siamo già a domani.E l'oggi è già ieri.Nelle pieghe della memoria.Con un peso in un posto delocalizzato all'altezza di organi interni vitali tra cuore fegato  e stomaco che neanche un'autopsia live potrebbe individuare. E.

Assoluta incapacità di dormire.Con l' ingorgo di pensieri che sgomitano : una gara tra chi, per primo, deve prendere il sopravvento. Anche se.

Tutti viaggiano in un 'unica direzione. Senso unico. Solo che tu, necessariamente, devi. Viaggiare. Contromano. Navighi a vista senza segnali di riferimento.Schettino ha fatto scuola.

Cercando di. decodificareinterpretarecapire.faticosoinutilenecessario per alimentare illusioni di una vita appenaappena di-versa. Per sopravvivere attaccandoti. Ad una speranza di salvataggio qualsiasi. Di una qualche prospettiva futuraremota.Che vada al di là del ragionevole dubbio.Di stare per l'ennesima volta. Sbagliando.Ma.Indietro non si torna. Mai più. Nè si guarda.Si potrebbe restare impietriti come chi incrociava lo sguardo di Medusa.Non a caso tutto finisce sempre lì. A mare.

E' che non mi va di recidere in maniera rapida ed indolore il cordone ombelicale con l'estate. E lasciare me stessa sulla riva cheta e trasparente di una spiaggia che sopravvive a se stessa di anno in anno. Come me. E che è il mio personale tallone d'Achille, foro nella corazza di titanio che mi sono cucita addosso mazzata dopo mazzata, costruendo nell'anima e nel cuore un doppio fondo in cui riporre. Emozioni e sensazioni sublimate a forza. Per non soffrire. Ancora. Diffidando sempre. Affidandomi a tratti. Con chi ha. Avuto la pazienza di non giudicarmi ma di capirmi e cazziarmi al momento giusto. Scalfendo un pò alla volta la scorza. E mi costa ogni volta un pò. Lasciarmi alle spalle quei panorami. E ricollocarmi. Non ho ascolto e mi guardo allo specchio delle parole in un blog-dimora della mia parte più oscura in cui  ritrovo pezzi di anima smarrita. Per capirmi e rievocare. Con le note di Cammariere che tamburellano nelle cuffiette, la casa immersa nel sonno e le dita che scorrono ticchettando sui tasti. E' buio. Pesto. Gli occhiali appannati dalle ditate che si collezionano sui vetri rendono appannate anche lettere e consonanti da mettere assieme . Penso che sto perdendo tempo a scrivere  queste quattro chiacchiere notturne e pato-(il)logiche. Con gli eterni rimpianti per le occasioni perdute. Per assenza di comprendonio.Un intervento difensivo sbagliato sanzionato in rigore. Con le continue illusioni  di ciò che poteva essere, non è stato e. Non lo sarà(?). Che palla. E' che in fondo mi piace 'sto status di leopardiana memoria.  M' é dolce naufragar etcetc...Vabbuò.

44. Come i gatti. Entità base felina. la mia. Si ricomincia da me. It's time to go. Corazza tappata. Cuore maciullato?dettaglio irrilevante. delete.

cia putimm fà.

 

Settembre :Sergio Cammariere

http://www.youtube.com/watch?v=TgNM7qDXQWk

Pubblicato il 23/9/2013 alle 0.30 nella rubrica Pensieri ed Illusioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web